Salta al contenuto principale

Il prato da pascolo Menina

Scoprite la cima nascosta della valle di Tuhinje.

Il rilassante mondo dei pascoli


La collina deve il suo nome ai monaci del convento benedettino di Gornji Grad, che avevano qui le loro proprietà.

Il confine tra la Carniola e la Stiria

La collina Menina, simbolicamente pure confine tra mondo carniolo e stiriano, offre un rilassante ambiente montano. La marcia verso la cima più elevata, Vivodnik (1508m), dove si erge pure la torre panoramica, è tra le più apprezzate. Vicino si trova pure la baita di montagna.

Il pascolo Menina è una pianura carsica prealpina. Tra le loro peculiarità vi sono le grotte carsiche, che caratterizzano anche Menina. Tra le più interessanti ricordiamo Jespa, profonda 30 metri. La sua particolarità è data dall’inversione termica, che crea degli angolini nascosti dove la neve e i ghiacci si mantengono per tutto l’anno. Il versante settentrionale di Menina è coperto da bosco misto, mentre su quello meridionale si espandono i pascoli. Per raggiungerla vi sono diverse strade d’accesso ben ordinate che permettono di raggiungere le cime e gli altri obiettivi. Anche per arrivare alla baita giungendo dalla valle di Tuhinje si possono seguire i sentieri marcati.

I Laghetti

Per la superficie calcarea, la collina è piena di doline carsiche, conche e bacini. Proprio grazie a questi ultimi si è potuta sviluppare la zona di pascolo, perché hanno reso possibile l’abbeveramento del bestiame. Fate quindi attenzione a non bagnarvi mentre passeggiate nei prati.